Logo per la stampa
Vai al portale della Provincia Autonoma di Trento
Martedì, 21 Novembre 2017
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Mondotrentino

 
 
 

FESTA DELL'EMIGRAZIONE 2008

Giudicarie esteriori - dal 25 al 27 luglio 2008

Tre giorni di eventi, incontri e dibattiti sulla genesi e la storia dell'emigrazione

 Tre giorni di festa con l’obiettivo di stare assieme, conoscere meglio la nostra storia, ricordare la genesi dell’emigrazione dei trentini e andare alle radici della cooperazione, con la figura di don Guetti.

Successo di pubblico - quasi cinquecento persone hanno partecipato all’apertura - per la Festa provinciale dell’emigrazione trentina. Il via della tre giorni a Ponte Arche, nelle Giudicarie, con il concerto degli Abies Alba e la lettura di poesie in diverse lingue (inglese con Luca Angeli, francese con Isabella Puit, spagnolo con Eliana Victoria Pintarelli, russo con Xenia Parfenkova, portoghese con Joana Camila Carlini). Le versioni italiane sono state lette da Paolo Malvini. Erano presenti anche i 9 consultoritrentini e i 22 ragazzi arrivati in Trentino grazie agli interscambi, accompagnati dalle loro famiglie.Non è mancata, naturalmente, l’assessore all'emigrazione e solidarietà internazionale Iva Berasi, accompagnata dagli amministratori locali, tra cui il sindaco di Bleggio Inferiore Livio Caldera in rappresentanza dei sette Comuni, consiglieri provinciali, della Cooperazione trentina e delle associazioni degli emigrati trentini. “Il nostro ringraziamento – ha detto l’assessore Berasi – va a voi emigranti trentini e ai loro discendenti perché con la vostra presenza testimoniate una pagina importante della nostra storia che ha permesso la realizzazione del Trentino di oggi. Noi non vi abbiamo dimenticato come voi non avete dimenticato le vostre radici”.

Momento importante la tavola rotonda con la presentazione del volume dedicato al primo studio sul fenomeno dell’emigrazione realizzato nel 1800 proprio da don Guetti dal titolo “Statistica dell’emigrazione americana avvenuta nel Trentino dal 1870 in poi” che raccoglie il primo studio sul fenomeno dell’emigrazione svolto proprio da don Guetti, padre della cooperazione trentina. Si tratta della raccolta di dati e statistiche, realizzata attraverso la rete delle parrocchie, sui flussi migratori dai vari paesi trentini per le diverse destinazioni. “In questo momento storico – ha ricordato l’assessore Berasi - in cui si parla molto d’immigrazione nel nostro paese, organizzare una festa come questa ha un forte valore simbolico. Ci ricorda i sacrifici e le fatiche che hanno vissuto i trentini costretti ad emigrare. La presenza trentina all’estero oggi è una realtà importante che ha saputo accreditarsi grazie alla capacità di fare comunità, alla laboriosità e alla serietà dei nostri emigrati che hanno esportato un modello d’organizzazione sociale appreso nella nostra terra”.

 

A concludere la sfilata dei vari gruppi di emigrati presenti all’edizione 2008, con la banda che ha aperto la strada al corteo fino alla chiesa del paese dove si è celebrata la funzione religiosa. Decine gli stendardi delle comunità trentine sparse per il mondo. Sui volti, giovani e meno giovani, la gioia di stare assieme e l'orgoglio per le proprie origini. Nel pomeriggio la chiusura con un viaggio alla scoperta dei luoghi dove la cooperazione è nata.

 
Locandina della festa
 
 
Mappa del sito | Aiuto | credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy