Logo per la stampa
Vai al portale della Provincia Autonoma di Trento
Sabato, 18 Novembre 2017
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Mondotrentino

 
 
 

BENTORNATO RENZO!

Il ritorno in Trentino di Renzo Vicentini dopo 61 anni di assenza

Renzo Vicentini

 

Da anni, la Provincia autonoma di Trento sostiene il temporaneo rientro in Trentino di emigrati trentini che abbiano compiuto i 60 anni di età e non siano stati aiutati finanziariamente dalla Provincia negli ultimi 15 anni. Si intende così venire incontro ad uno dei desideri più forti dei nostri emigrati all’estero: rivedere, a volte dopo decenni, la propria terra di origine.

E' previsto il rimborso totale delle spese di viaggio di andata e ritorno e l'intervento può essere esteso, in caso di necessità, anche ad un accompagnatore.

Grazie a questo tipo di intervento è rientrato, per la prima volta dall’Argentina, dopo 61 anni di assenza, il signor Renzo VICENTINI, nato ad Ala il 9 aprile 1930 e accompagnato dalla figlia Susana.

Era partito da S. Margherita di Ala all’età di 21 anni per raggiungere in Argentina un fratello, emigrato alcuni anni prima. Qualche mese più tardi partono anche i genitori. In un primo momento trova lavoro come muratore per la costruzione di una fabbrica. Successivamente presso la stessa fabbrica, divenuta sede di una ditta chimica, lavora come operaio per circa cinque anni.

 
Renzo Vicentini con il Sindaco di Ala

Inizia poi un’attività in proprio come macellaio che lo vedrà impegnato per altri 15 anni. A causa della forte concorrenza è costretto a chiudere la piccola macelleria e decide di investire nel campo tessile.

Apre un laboratorio di maglieria a Berazategui, in provincia di Buenos Aires, dove tuttora vive. L’attività prosegue sempre bene e una volta arrivato alla pensione, cede il passo alla figlia Susana.

E’ proprio la figlia Susana che insiste perché papà Renzo ritorni in Trentino per la prima volta. Dopo qualche perplessità, legata anche alla paura di affrontare un viaggio così lungo, decide finalmente di realizzare questo sogno.

Durante questo breve soggiorno il signor Renzo è stato ospitato dal nipote Giacomo Trainotti e assieme ad altri parenti ha potuto visitare quei luoghi a lui particolarmente cari. E’ salito sui monti Lessini, dove andava a tagliare i prati e a raccogliere il fieno, è ritornato a Sgardaiolo, il piccolo maso dove aveva vissuto la sua infanzia. Ci ha confidato che non desiderava particolarmente visitare città o luoghi d’arte ma voleva ritornare con la memoria a ritrovare quei luoghi e quei momenti legati alla sua gioventù, pieni di ricordi e di nostalgia.

Il 22 maggio è stato accolto ufficialmente dal sindaco di Ala, il signor Luigino Peroni, che ha ascoltato con grande attenzione e commozione la sua storia e lo ha ringraziato per il corraggio e la forza con la quale ha lasciato in tempi ormai lontani il suo piccolo paese del Trentino.

 
Info sui rientri temporanei
 
 
Mappa del sito | Aiuto | credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy