Logo per la stampa
Vai al portale della Provincia Autonoma di Trento
Lunedì, 20 Novembre 2017
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Mondotrentino

 
 
 

Corso di formazione manageriale - La realtà economica del Trentino

Trento - edizione 1999

Da dove nasce l'iniziativa

Nel corso del 1° Congresso Mondiale della Gioventù Trentina tenutosi a Trento dal 21 al 27 giugno 1998, i diversi gruppi di lavoro presenti hanno continuamente fatto riferimento a valori quali la mondialità e la trentinità come cultura di appartenenza della quale si condividono i valori che si desiderano fare propri, anche se adattati alle caratteristiche dei Paesi in cui si vive; l’apertura e la reciprocità nella logica del confronto, nello scambio da Trento verso il mondo e viceversa, la solidarietà, la conoscenza e la partecipazione per comprendere meglio le radici e la fiducia come condizione indispensabile per costruire una grande rete fra le comunità sparse nei continenti e il Trentino.
Tra i progetti globali discussi, è stata sancita l’importanza della “valorizzazione degli scambi culturali, scolastici, formativi, di lavoro, economici e commerciali a favore di soggetti e gruppi nell’ottica della reciprocità e non solo della direzione Trentino – Resto del mondo”.
In particolare, il gruppo di lavoro impegnato nell’area Economia e Lavoro ha espresso l’esigenza che venga potenziata l’azione culturale di base tesa alla costruzione della “fiducia”, premessa indispensabile per la formazione di alleanze economiche.
Per corrispondere adeguatamente ad una delle proposte maggiormente sentite ed emerse dal dibattito congressuale, la Provincia Autonoma di Trento ha inteso promuovere la realizzazione del Corso di formazione manageriale, avvalendosi della collaborazione dell’Accademia di Commercio e Turismo, scuola di formazione aziendale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento e dei gruppi giovanili delle Associazioni di Categoria (Industriali, Albergatori, Artigiani, Cooperatori e Imprenditori del Terziario).

L’iniziativa si è svolta Trento dal 4 al 29 ottobre 1999.

 

I destinatari

Candidati che hanno presentato domanda erano giovani residenti in Paesi del Sudamerica, in possesso dei quattro requisiti fondamentali di accesso ovvero:
1.     l’origine trentina
2.     un’età compresa tra 25 e 35 anni (per conoscenza: i partecipanti sono n. 6 in età tra 27 e 30 anni e nr. 11 in età tra 30 e 35 anni)
3.     il possesso del diploma di laurea universitaria (a parità di titolo è stata data preferenza a laurea in area economica)
4.     una buona conoscenza della lingua italiana (di fatto è stato accertata che la comprensione risulta ottima in tutti mentre la capacità di esprimersi in corretta forma italiana è solo di pochi)
Per 15 posti disponibili hanno presentato domanda di partecipazione all’Ufficio Emigrazione entro il termine di scadenza del 30.06.1999 nr. 36 candidati, dei quali:
10 da Argentina
20 da Brasile
  1 da Cile
  1 da Colombia
  1 da Messico
  1 da Perù
  2 da Uruguay

I criteri per la formulazione della graduatoria hanno tenuto conto, oltre che dei requisiti base di accesso, delle seguenti variabili:

  •   possesso di laurea in materie economiche
  •   certificazione di conoscenza livello avanzato lingua italiana
  •   aver o non aver già partecipato ad iniziative realizzate in Trentino promosse dalla PAT

Essendo infine risultate pari merito 4 persone per la 15a posizione, sono state ammessi 18 partecipanti (1 da Argentina, 13 da Brasile, 1 da Cile, 1 da Colombia, 1 da Messico, 1 da Uruguay).
Gli effettivi partecipanti sono risultati infine 17 (il rappresentante del Messico si è ritirato).

 

Il progetto Formativo

La richiesta di realizzare questa attività formativa è derivata da un’esigenza di riscoperta delle proprie origini da parte di giovani discendenti di trentini emigrati e dalla volontà di esplorare il tessuto socio-economico locale per coloro in grado di sviluppare attività imprenditoriale in Sudamerica anche in collegamento con imprese locali.
Obiettivo principale è la creazione di un legame con il territorio di origine per coloro che ne hanno sentito parlare dai racconti dei genitori o dei nonni, ma non hanno mai avuto l’opportunità di approfondire, in termini culturali, un modello di sviluppo economico e sociale così come di studiare possibili modalità di collaborazione attraverso dei legami anche commerciali.
Le risposte fornite dai partecipanti selezionati mediante un successivo questionario ricognitivo, hanno permesso di tarare il percorso formativo sulle loro specifiche esigenze riguardanti:

  • le caratteristiche del sistema economico trentino
  • le forme di organizzazione aziendale
  • il marketing e le strategie d’impresa
  • lo sviluppo delle Piccole e Medie Imprese (PMI)
  • le problematiche della commercializzazione
  • la relazione banca-azienda
  • la nascita dell’Euro e le implicazioni a livello mondiale.

Particolare risalto viene dato alle modalità di cambiamento del sistema economico trentino negli ultimi anni e all’evoluzione del tessuto delle imprese industriali, agricole, turistiche ed artigianali, lo sviluppo delle attività cooperative e di interscambio con l’estero.
L’intero percorso ha come tema principale il rapporto locale-globale, nel quale sia il presente delle aziende che operano sul territorio, sia l’esigenza dei figli o nipoti di emigrati trentini di conoscere e di riconoscersi nella realtà socio-economica trentina sono al centro di una approfondita riflessione.
Proprio rispetto a queste dimensioni il confronto con le esperienze trentine può contribuire alla crescita e allo sviluppo di idee imprenditoriali in diversi settori.
Il percorso tiene quindi conto di due aspetti che caratterizzano l’attuale modello di sviluppo economico trentino: la cooperazione ed il passaggio generazionale.
La capacità di lavorare in forma associata ha permesso la creazione di una rete diffusa e multilivello di imprese che agiscono in ogni settore economico, mentre lo scatto generazionale, insieme all’apertura dei mercati, ha portato gli imprenditori di due generazioni ad un confronto che sta dando vita ad un nuovo modo di fare impresa. La comunione del sapere ed il mutamento di prospettiva dal locale al globale si realizzano nella capacità del giovane imprenditore di vedersi inserito in un sistema di cui si sente motore attivo.
Il programma del corso si articola in quattro fasi nelle quali vengono approfondite aree tematiche o situazioni di apprendimento “per immersione”.
Durante l’intero percorso vengono infatti previste visite aziendali presso significative realtà locali che rispettano il filo conduttore tracciato in aula. Attraverso testimonianze dei manager è possibile valutare la possibilità di penetrazione nei mercati mondiali dei prodotti trentini, nonché le relative problematiche gestionali e commerciali, mentre il dialogo con i giovani manager sudamericani potrà dare degli importanti spunti di riflessione e lavoro alle aziende locali.
Nei fine settimana il programma è integrato da momenti di scoperta del territorio attraverso visite guidate alle principali realtà culturali del Trentino.
Il giorno 22 ottobre è stata realizzata presso l’Accademia una tavola rotonda, moderata dal giornalista economico de L’Adige, Enrico Franco, con la partecipazione dell’intero gruppo e dei rappresentanti delle sezioni giovanili delle Associazioni di categoria. Ne è scaturito un dibattito interessante sulle opportunità che da parte del Trentino l’emigrazione venga valorizzata nella consapevolezza del reciproco interesse.
Gli stessi giovani imprenditori trentini hanno manifestato un forte interesse a conoscere meglio la realtà dell’emigrazione trentina in Sudamerica e addirittura è stata ventilata l’ipotesi di organizzare un incontro in Brasile e Argentina.
Nell’incontro, particolare interesse è stato manifestato dai giovani partecipanti al corso in relazione a possibilità di investimenti trentini in campo turistico nel Sudamerica e di incentivazione di flussi turistici dal Sudamerica verso il Trentino.
Nel complesso del programma largo spazio è stato dato all’illustrazione della realtà cooperativa, soprattutto agricola e del credito, non solo come fatto di solidarietà ma anche come modello di imprenditorialità.
Durante le visite ad alcune aziende che stanno investendo in Brasile (Marangoni e Zobele) è stato manifestato interesse ad acquisire i curricula dei giovani partecipanti al corso.
I giovani hanno molto sottolineato e vivamente apprezzato la capacità di organizzazione associativa, non solo nell’ambito della cooperazione, che esiste in Trentino per il raggiungimento di fini comuni, che sono senz’altro e prevalentemente di natura economica, ma che di fatto influenzano tutte le sfere che costituiscono una società che cerca di crescere in modo equo, democratico ed anche con contenuti forti di cultura, a fronte dell’accentuato individualismo che caratterizza l’imprenditorialità sudamericana.

 
Percorso formativo e elenco partecipanti
 
 
Mappa del sito | Aiuto | credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy